In Evidenza: CIRCOLARE INFORMATIVA N°03 DEL 25 MARZO 2014


 OGGETTO: “Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti – SISTRI.                                  Nuovi obblighi per i produttori a partire dal 3 marzo 2014” Normativa di riferimento: DI 31 agosto 2013 n° 101 (pubblicato sulla GU 31 agosto 2013 n° 204) convertito in legge dalla L. 30 ottobre 2013 n° 125.    Obblighi: A far data dal 3 marzo 2014, gli [...]


CIRCOLARE INFORMATIVA N°03 DEL 25 MARZO 2014

OGGETTO: “Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti – SISTRI.

                                 Nuovi obblighi per i produttori a partire dal 3 marzo 2014”

  • Normativa di riferimento:

DI 31 agosto 2013 n° 101 (pubblicato sulla GU 31 agosto 2013 n° 204) convertito in legge dalla L. 30 ottobre 2013 n° 125.

 

  •  Obblighi:

A far data dal 3 marzo 2014, gli Enti e le Imprese produttori iniziali di rifiuti speciali

Pericolosi, saranno tenuti ad aderire al sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI) di cui all’art. 188-bis, comma 2, lettera a); tale obbligo è stato reintrodotto dal Dl 31 agosto 2013 n° 101 (pubblicato sulla GU 31 agosto 2013 n° 204) convertito in legge dalla L. 30 ottobre 2013 n° 125.

 

Conseguentemente i produttori iniziali di rifiuti pericolosi dovranno entrare nel portale

sistri utilizzando il TOKEN USB ed inserire i dati relativi alla prima parte della scheda

SISTRI che sarà completata dal Vs. consulente per la parte relativa al trasportatore ed alle fasi successive.

In previsione di tale avvio invitiamo tutti i soggetti obbligati a verificare:

• l’avvenuta iscrizione al SISTRI;

• la funzionalità dei dispositivi usb di cui sono in possesso.

I soggetti che non hanno ancor effettuato l’iscrizione possono farlo seguendo le indicazioni riportate nel sito ”www.sistri.it”.

Precisiamo che, con la conversione in legge del decreto n. 150/2013 (milleproroghe), è

stato posticipato il termine per l’entrata in vigore delle sanzioni legate al SISTRI che, conseguentemente, non si applicano fino a dicembre 2014.

Fino alla stessa data continuano ad applicarsi gli adempimenti ”cartacei” e gli obblighi di cui agli art. 188, 189, 190 e 193 del D.Lgs. 152/06.

 

Pertanto dal 1 gennaio 2015 i formulari di identificazione rifiuto (FIR) ed i registri di carico e scarico relativi ai soli rifiuti pericolosi saranno completamente sostituiti dalle schede SISTRI e dal registro cronologico SISTRI.

 

Il nostro Ufficio è a Vostra disposizione per eventuali chiarimenti.

Corso di formazione segnaletica stradale in presenza di traffico veicolare

15 maggio 2014

D.M. 04 MARZO 2013:

index

Il suddetto decreto interministeriale  del 04/03/2013, individua ai sensi dell’articolo 161, comma 2-bis, del d.lgs. n. 81/2008, i criteri generali di sicurezza relativi alle procedure di revisione, integrazione e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare.

NET S.r.l. organizza a Torino, nel mese di Maggio 2014, presso la propria sede corso di formazione per addetti alle attività di pianificazione, controllo ed apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgano in presenza di traffico veicolare:

Obiettivi del corso e programma:
Il percorso formativo, differenziato per categoria di strada, è finalizzato all’apprendimento di tecniche operative in presenza di traffico, adeguate ad eseguire in condizioni di sicurezza le attività di:

- installazione del cantiere;

- rimozione del cantiere;

- manovre di entrata ed uscita dal cantiere;

- interventi in emergenza

Destinatari:
lavoratori adibiti all’installazione ed alla rimozione della segnaletica di cantieri stradali in presenza di traffico o comunque addetti ad attività in presenza di traffico

Programma:
Il percorso formativo rivolto agli operatori è strutturato in tre moduli della durata complessiva di 8 ore più una prova di verifica finale:

a) modulo giuridico – normativo della durata di 1 ora:
- Cenni sulla legislazione generale di sicurezza in materia di prevenzione infortuni con particolare riferimento ai cantieri temporanei e mobili in presenza di traffico;

- Cenni sugli articoli del Codice della Strada e del suo regolamento di attuazione, che disciplinano l’esecuzione di opere, depositi e l’apertura di cantieri sulle strade di ogni classe;

- Cenni sull’analisi dei rischi a cui sono esposti i lavoratori in presenza di traffico e di quelli trasmessi agli utenti;

- Cenni sulle statistiche degli infortuni e delle violazioni delle norme nei cantieri stradali in presenza di traffico.

b) modulo tecnico della durata di 3 ore:
- Nozioni sulla segnaletica temporanea;

- i dispositivi di protezione individuale: indumenti ad alta visibilità;

- organizzazione del lavoro in squadra, compiti degli operatori e modalità di comunicazione;

- norme operative e comportamentali per l’esecuzione in sicurezza di interventi programmati e di emergenza.

c) prova di verifica intermedia (questionario a risposta multipla da effettuarsi prima del modulo pratico).

 

 

certificazioni

d) modulo pratico della durata di 4 ore:
- tecniche di installazione e rimozione della segnaletica per cantieri stradali su:

strade di tipo A, B, D (autostrade, strade extraurbane principali, strade urbane di scorrimento);
strade di tipo C, F (strade extraurbane secondarie e locali extraurbane);
strade di tipo E, F (strade urbane di quartiere e locali urbane);

- tecniche di intervento mediante “cantieri mobili”;

- tecniche di intervento in sicurezza per situazioni di emergenza;

e) Prova di verifica finale (prova pratica).

 

Per qualsiasi informazione contattare:

Ufficio Formazione: Tel. e Fax. 011/8227880

e-mail: formazione(at)netsrl.net

CIRCOLARE INFORMATIVA N°01 DEL 16 GENNAIO 2014

OGGETTO: “INAIL: riduzione premio assicurativo

 Con la presente per informarVi che scade il 28 febbraio 2014 p.v. il termine di presentazione delle domande per ottenere la riduzione del premio assicurativo, la cosiddetta “oscillazione per prevenzione” (OT24), prevista per quelle aziende, operative da almeno un biennio, che eseguono interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli minimi previsti dalla normativa in materia (Decreto legislativo 81/2008 e successive modifiche e integrazioni).

 

La riduzione del tasso varia in relazione al numero dei lavoratori impiegati:

  • le aziende che nell’anno hanno impiegato fino a 10 lavoratori hanno diritto al 30% di sconto sul tasso di premio assicurativo,
  • quelle da 11 a 50 lavoratori il 23% e così via con una progressiva diminuzione della riduzione fino ad arrivare al 7% per le aziende che hanno impiegato più di 500 dipendenti.

Per ottenere la riduzione, le aziende che nel 2013 hanno realizzato interventi migliorativi per la prevenzione e la salute sicurezza in ambiente di lavoro devono inviare entro e non oltre il 28 febbraio 2014 il modello OT24 corredato di documentazione tecnica. L’invio deve esclusivamente essere effettuato per via telematica.

Nel modello sono elencati una serie di possibili interventi migliorativi, suddivisi in diverse sezioni prevenzione e protezione, attrezzature, macchine e impianti, sorveglianza sanitaria, formazione, interventi connessi alla specifica tipologia contrattuale, lavoratori stranieri, gestione dei contratti d’appalto e/o d’opera, cantieri temporanei o mobili, attività di trasporto, infortuni stradali e mobilità sostenibile, gestione delle emergenze, protezione da sismi e altre calamità naturali. Inail assegna a ogni intervento un punteggio da 10 a 100: per poter accedere alla riduzione del tasso medio di tariffa è necessario aver effettuato interventi con punteggi tali per cui la loro somma è pari almeno a 100; gli interventi inoltre devono essere relativi ad almeno due diverse sezioni, ad eccezione della sezione Interventi particolarmente rilevanti, cui sono attributi 100 punti.

Il nostro Ufficio è a Vostra disposizione per eventuali chiarimenti, cogliamo l’occasione per porgere cordiali saluti.

CIRCOLARE INFORMATIVA N°15 DEL 04 NOVEMBRE 2013

OGGETTO: “COME CONSEGUIRE LA PATENTE PER IL CARRELLO ELEVATORE / MULETTO

 Chiariamo subito che, in realtà, non esiste una vera e propria Patente” per guidare il muletto o il carrello elevatore. La legge però prevede che il Datore di Lavoro utilizzi solo “carrellisti o mulettisti” addestrati all’uso sicuro di tali mezzi proprio al fine di garantire al conducente stesso e ai suoi colleghi la massima sicurezza nel lavoro.

Cosa è quindi la Patente per il Muletto?

Il patentino è quindi il documento rilasciato al lavoratore che attesta la conoscenza e la capacità di utilizzo corretto e sicuro del carrello dopo che questi ha seguito (e superato con successo) uno specifico corso di formazione. Infatti ai lavoratori con mansione di carrellista / mulettista viene garantita la partecipazione a corsi di formazione specifici conformi a quanto richiesto attualmente dalla legge. E’ quindi una consuetudine quella di chiamare l’attestato di verifica dell’apprendimento e di frequenza a questi corsi: ” Patentino per il Muletto “.

·         Come si ottiene in pratica il Patentino per il Muletto?

Come Ottenere l’attestato: Seguito il corso (durata 12 ore ) e superata la verifica dell’apprendimento, sarà consegnato il formale attestato di partecipazione al corso ovvero il patentino del carrellista o mulettista. Il Corso permette di apprendere, in modo rapido ed efficace, come usare in sicurezza il carrello elevatore partendo dalla conoscenza del macchinario e dei rischi connessi al suo utilizzo, per arrivare all’addestramento pratico assistito.

·         La Patente Muletto è una qualifica professionalizzante?

Si può ragionevolmente pensare che un datore di lavoro che cerca un lavoratore da adibire alle mansioni di carrellista o addetto al magazzino possa preferire chi può già dimostrare la propria competenza nell’uso in sicurezza dei carrelli elevatori (ovvero chi può esibire l’attestato formale di partecipazione al corso per il cosiddetto “patentino da mulettista o carrellista”)

  • Prerequisiti e facilitazioni:
    • Programma del corso e pratica:Il programma del corso per carrelli industriali semoventi (il classico muletto) prevede una durata di 12 ore. Il corso si svolge interamente in una singola giornata. Lo svolgimento del percorso di formazione è il seguente:
  1. Per partecipare al corso è necessario essere già in possesso della patente di guida (almeno quella di tipo B).
  2. I disoccupati, iscritti, che saranno in grado di dimostrare la loro condizione potranno godere di un trattamento privilegiato.
  1. 8 ORE sono dedicate alla teoria e la conoscenza del carrello elevatore o muletto;
  2. 4 ORE sono impegnate nell’addestramento con prove pratiche di conduzione e utilizzo del carrello elevatore;
  3. 1 ORA viene utillizzata per lo svolgimento del test di verifica dell’apprendimento e la discussione in aula che ha l’obiettivo di ottimizzare la qualità dell’apprendimento.

 

Il nostro Ufficio è a Vostra disposizione per approfondimenti e chiarimenti.

 
 

©NET S.r.l. - Corso Taranto, 19/C 10154 - Torino - To
P.I. 09220070016 - N. REA: TO – 1034427 - Capitale Sociale: 10.000€ - powered by WordPress - hosted | theme