Manutenzione Estintori, Sistemi Antincendio Torino

Manutenzione Estintori Torino

La Prevenzione Incendi è l’attività che individua ed adotta le misure ed i provvedimenti per evitare l’insorgere di un incendio o comunque limitarne le conseguenze. Si tratta non solo delle azioni volte a prevenire l’insorgere di un incendio, ma anche di tutte quelle misure volte a ridurre i danni che possono conseguire da un incendio che per qualsiasi motivo si è generato.

Tali misure hanno due scopi:

  • assicurare il più possibile l’incolumità delle persone
  • ridurre al minimo i danni materiali.
  • confrontarsi manutenzione estintori normativa

NET cosa può fare per i propri Clienti?

  • analisi dei rischi aziendali
  • studio, progettazione e lay-out impianti
  • stesura delle pratiche per l’ottenimento del Certificato di Prevenzione Incendi (CPI)
  • assistenza nei rapporti con i Vigili del Fuoco
  • Formazione e Corsi Antincendio
  • revisioni estintori
  • controllo estintori sulla normativa estintori
  • gestione e manutenzione estintori torino, dispositivi antincendio
  • Registro Antincendio per le Aziende Obbligate
estintori
Opera di estinzione

 

BREVE VADEMECUM PER LE MANUTENZIONI DEGLI ESTINTORI

Ecco le principali FASI del

COSA QUANDO CHI
Controllo iniziale 

(presa in carico)

Verifica Visiva da parte del Responsabile Aziendale o delegato. Azienda specializzata – controlli estintori, o controllo estintore 
Sorveglianza periodica Secondo il piano di manutenzione redatto dal Responsabile

in funzione del calcolo rischio incendio (DVR)

(Almeno una volta al mese)

Persona responsabile (Utente)  o con l’ausilio di personale adeguatamente informato) – scadenza estintori 
Controllo periodico Semestrale (entro la fine del mese ) Azienda specializzata con tecnico specializzato – manutenzioni estintori
Revisione programmata In relazione al tipo

(vedere prospetto 2 uni 9994-1)

Azienda specializzata con tecnico specializzato- revisione estintori
Collaudo In relazione al tipo

(vedere prospetto 2 uni 9994-1)

Azienda specializzata con tecnico specializzato
Manutenzione ordinaria Occasionale in caso di lievi anomalie riscontrate Azienda specializzata con tecnico specializzato
Manutenzione straordinaria Occasionale in caso di non conformità rilevate Azienda specializzata con tecnico specializzato
estintori
estintori

ECCO I QUATTRO ASPETTI FONDAMENTALI DA VERIFICARE

  1. • gli estintori siano manutenibili (vedi paragrafo 6 UNI 9994-1);
  2. • le marcature siano presenti e leggibili;
  3. • esistano le registrazioni delle attività di manutenzione precedenti;
  4. • sia disponibile il libretto di manutenzione ove previsto.
  5. Qualora i documenti non siano disponibili, o siano solo parzialmente disponibili, il manutentore deve registrare l’esito e comunicare alla persona Responsabile la non conformità rilevata.

 

LA SORVEGLIANZA MENSILE SUCCESSIVA ALL’INSTALLAZIONE IN AZIENDA

La sorveglianza dei dispositivi è una fondamentale misura di prevenzione, che deve essere effettuata da Persona che sia adeguatamente formata o addestrata. La periodicità dell’attività di sorveglianza è definita dalla persona responsabile in relazione al rischio di incendio presente.

La redazione della Valutazione del Rischio Incendio è effettuata ai sensi del DM 64-1998 e da norme successive riguardo ad aspetti organizzativi. Eventuali anomalie riscontrate devono essere immediatamente eliminate, poiché l’incendio è uno dei pericolo più devastanti di ogni tipo di attività e non deve essere assolutamente sottovalutato. L’attività di sorveglianza effettuata deve essere appropriatamente registrata.

I controlli minimi da fare in fase di sorveglianza periodica (almeno mensile) sono i seguenti :

  1. • l’estintore ed il supporto siano correttamente collocati, integri e segnalati con apposito cartello, e le etichette siano ben leggibili;
  2. • il cartello sia chiaramente visibile, l’estintore sia immediatamente utilizzabile e l’accesso allo stesso sia libero da ostacoli o impedimenti all’utilizzo;
  3. • l’estintore non sia stato manomesso, in particolare risulti sigillato il dispositivo di sicurezza per evitare usi accidentali;
  4. • l’indicatore di pressione, se presente, indichi un valore di pressione compreso all’interno dell’area verde;
  5. • il cartellino di manutenzione sia presente sull’apparecchio e che non sia stata superata la data di scadenza;
estintori
estintori

IL CONTROLLO PERIODICO SEMESTRALE NELLA M. ESTINTORI

Il controllo periodico, effettuato da PERSONALE COMPETENTE (non solo da Azienda Autorizzata), consiste in misure di prevenzione atte a verificare, con frequenza semestrale (entro la fine del mese di competenza), l’efficienza dell’estintore, tramite effettuazione dei seguenti accertamenti:

 

• per gli estintori pressurizzati: accertamento della pressione interna e non riporti danni ed ammaccature al serbatoio;

• per gli estintori a CO2: accertamento dello stato di carica tramite pesatura.

• controllo della presenza, del tipo e della carica delle bombole di gas ausiliario per gli estintori pressurizzati con tale sistema;

• l’estintore non presenti anomalie quali ugelli ostruiti, perdite, tracce di corrosione, sconnessioni o incrinature dei tubi flessibili, ecc.;

• l’estintore sia esente da danni alle strutture di supporto e alla maniglia di trasporto; se carrellato, abbia le ruote perfettamente funzionanti;

Eventuali anomalie o difformità riscontrate devono essere prontamente eliminate.  In caso contrario l’estintore deve essere messo fuori servizio e sostituito immediatamente da altro avente idonee caratteristiche.

Terminate le attività di M. Estintori il tecnico è tenuto alla compilazione del rapporto di intervento, e all’aggiornamento del cartellino di manutenzione, ed eventualmente al registro antincendio.

LA FASE DI REVISIONE PROGRAMMATA

Consiste in una serie di interventi tecnici di prevenzione, che devono essere effettuati da TECNICI QUALIFICATI, effettuata con frequenza diversa in relazione alla tipologia di estintore, atta a verificare e renderli perfettamente efficienti.

Periodicità massima di revisione:

manutenzione estintori
manutenzioni estintori – Revisione Programmata

1. Estintori a polvere: ogni 36 mesi (3 anni)

2. Estintori a CO2: ogni 60 mesi (5 anni)

3. Estintori a base d’acqua :

  • con serbatoio in acciaio al carbonio con agente estinguente pre-miscelato: 24 mesi
  • con serbatoio in acciaio al carbonio contenente solo acqua ed eventuali altri additivi in cartuccia: 48 mesi
  • con serbatoio in acciaio INOX o lega di alluminio: 48 mesi
  • Estintori ad idrocarburi alogenati: 72 mesi

Fasi schematiche delle Verifiche e delle Operazioni da eseguire nella Manutenzioni Estintori:

  1. • esame interno dell’apparecchio per la verifica del buono stato di conservazione;
  2. • esame e controllo funzionale di tutte le parti;
  3. • controllo di tutte le sezioni di passaggio del gas ausiliario e dell’agente estinguente, in particolare il tubo pescante, i tubi flessibili, i raccordi e gli ugelli, per verificare che siano liberi da incrostazioni, occlusioni e sedimentazioni;
  4. • controllo dell’assale e delle ruote, quando esistenti;
  5. • ripristino delle protezioni superficiali, se danneggiate;
  6. • sostituzione dei dispositivi di sicurezza contro le sovra-pressioni se presenti;
  7. • sostituzione dell’agente estinguente;
  8. • sostituzione delle guarnizioni;
  9. • sostituzione della valvola erogatrice per gli estintori a biossido di carbonio per garantire sicurezza ed efficienza;
  10. • ri-montaggio dell’estintore al perfetto stato di efficienza originale.

La data della revisione (mm/aa) e la denominazione dell’azienda che l’ha effettuata devono essere riportati sia all’interno che all’esterno dell’estintore con modalità che ne garantiscano la leggibilità nel corso della successiva revisione programmata.

manutenzioni estintori
estintori

OPERAZIONI CONNESSE ALLA FASE DI COLLAUDO

Il collaudo, se non diversamente indicato dalla legislazione vigente (D.M. 19 – aprile – 2001; D.M. 16 – gennaio -1998), deve essere eseguito da un TECNICO COMPETENTE

Periodicità massima di collaudo bombole estintori CO2: 120 mesi

1. Estintori a polvere: 72 mesi

2. Estintori a base d’acqua

3. Estintori ad idrocarburi alogenati: 72 mesi Periodicità massima di collaudo serbatoi CE

Verifiche ed operazioni da eseguire nella Manutenzioni Estintori:

  • Gli estintori che non siano già soggetti a verifiche periodiche secondo la legislazione vigente e non conformi alla Direttiva 97/23/CE, devono essere collaudati mediante una prova idraulica della durata di 1 mina una pressione di 3,5  M Pa, o come da valore punzonato sul serbatoio se maggiore.
  • Gli estintori che non siano già soggetti a verifiche periodiche secondo la legislazione vigente e costruiti in conformità alla Direttiva 97/23/CE, devono essere collaudati mediante una prova idraulica della durata di 30 s alla pressione di prova (Pt) indicata sul serbatoio.
  • Gli estintori con serbatoio / bombola che non hanno superato positivamente il collaudo devono essere messi fuori servizio. In occasione del collaudo dell’estintore la valvola di comando deve essere sostituita per garantire l’efficienza e la sicurezza dell’estintore.
  • La data del collaudo (mm/aa) e la denominazione dell’azienda che l’ha effettuata devono essere riportati sia all’interno che all’esterno dell’estintore con modalità indelebile.
  • E’ vietato punzonare tale data sul serbatoio o sui componenti dell’estintore soggetti a pressione; Le bombole ad azoto ed a biossido di carbonio devono essere punzonate secondo le disposizioni legislative vigenti applicabili.

FASE DI MANUTENZIONI ESTINTORI STRAORDINARIA

Consiste in una Manutenzioni Estintori che si attua, durante la vita dell’estintore, ogni volta che le operazioni di manutenzione ordinaria non sono sufficienti a ripristinare le condizioni di efficienza dell’estintore. Deve essere effettuata da TECNICI COMPETENTI.

Tutte le riparazioni e/o sostituzioni che impediscano il decadimento dei livelli di sicurezza dei prodotti devono essere attuate immediatamente. La mancanza di ricambi originali o adeguati o il protrarsi dell’intervento oltre il normale tempo del controllo stesso obbliga il manutentore a dichiarare il prodotto non funzionante e a metterlo fuori servizio.

In caso di utilizzo anche parziale dell’estintore è necessario sostituire integralmente l’agente estinguente eseguendo i controlli previsti dalla revisione programmata.

manutenzioni estintori
manutenzioni estintori

CARTELLINO DI MANUTENZIONI ESTINTORI

Il cartellino di Manutenzioni Estintori deve essere apposto dalla società incaricata di effettuare il servizio di manutenzione. Ogni estintore in esercizio deve essere dotato del cartellino di manutenzione. Quando si effettua per la prima volta il controllo iniziale, se presente il cartellino del precedente manutentore deve essere rimosso e sostituito con quello della società incaricata di effettuare il servizio di manutenzione.

Sul cartellino della Manutenzioni Estintori deve essere obbligatoriamente riportato:

• tipo e classe dell’estintore;

• numero di matricola o altri estremi di identificazione dell’estintore;

• ragione sociale e indirizzo completo ed altri estremi di identificazione dell’azienda incaricata della manutenzione;

• massa lorda dell’estintore;

• data dell’intervento (mese/anno nel formato mm/aa);

• carica effettiva;

• tipo di fase effettuata;

• sigla o codice di riferimento o punzone identificativo del manutentore.

• scadenza del prossimo controllo della Manutenzioni Estintori ove previsto da specifiche normative (mese/anno nel formato mm/aa) (ADR);

La persona responsabile deve predisporre e tenere aggiornato un registro della Manutenzioni Estintori, firmato dal Responsabile dell’azienda in cui sono registrati i lavori volti e lo stato in cui si lasciano gli estintori.

ESTINTORI FUORI SERVIZIO

Sono da porre fuori servizio i seguenti Estintori:

• tutti gli estintori d’incendio per i quali non è consentita la manutenzione e dismessi secondo le norme vigenti.

• estintori di tipo non omologati ad esclusione degli estintori di classe D;

• estintori che presentino segni di corrosione e ammaccature sul serbatoio;

• estintori sprovvisti delle marcature previste dalla legislazione vigente e dalle norme applicabili;

• estintori con marcature ed iscrizioni illeggibili e non sostituibili;

• estintori non dotati del libretto di uso e manutenzione rilasciato dal costruttore e non più reperibile sul mercato (applicabile solo agli estintori portatili UNI EN 3-7);

• estintori che abbiano superato 18 anni di età.

Sull’estintore deve essere un’etichetta “ESTINTORE FUORI SERVIZIO”

Net è in grado di seguire i propri clienti nell’applicazione e nella gestione delle incombenze relative alla prevenzione degli incendi in azienda ed alla .Manutenzione Estintori

Per i Clienti NET che utilizzano il servizio Global Safety, il servizio di Manutenzione Estintori è GRATUITO 

Per informazioni : 011.8227880 o antincendio@netsrl.net

Consulenza Ambientale e Rifiuti 152-06Per ulteriori informazioni si veda il SITO dei Vigili del Fuoco di Torino.

Ricordiamo che la lo smaltimento delle polveri degli estintori deve essere fatto secondo le normative sulla gestione dei rifiuti.

Per maggiori Informazioni puoi seguire il presente Link.