Categoria: articoli minori o temporanei

La Sicurezza sul Lavoro in età avanzata

Category:articoli minori o temporanei

I lavoratori anziani sono una parte crescente della forza lavoro. Dal momento che si lavora più a lungo, la gestione della Sicurezza sul Lavoro per una forza lavoro in età avanzata è divenuta una priorità.

Aumentare i livelli di occupazione e prolungare la vita lavorativa sono importanti obiettivi delle politiche europee e nazionali dalla fine degli anni ’90. Il tasso di occupazione dell’UE-28 per le persone di età compresa tra 55 e 64 anni è aumentato dal 39,9 % nel 2003 al 50,1 % nel 2013. Si tratta di un tasso di occupazione ancora inferiore a quello del gruppo di età compreso tra 22 e 64 anni. È aumentata anche l’età media di uscita dal mercato del lavoro, che è passata da 59,9 anni nel 2001 a 61,5 anni nel 2010.

La strategia Europa 2020  si propone di aumentare il tasso di occupazione della popolazione in età compresa tra 20 e 64 anni al 75 %. Ciò significa che i cittadini europei dovranno lavorare più a lungo.

Molti attributi, come la saggezzail pensiero strategicola percezione olistica e la capacità di giudizio, si sviluppano o si manifestano per la prima volta con l’avanzare dell’età.

Con l’età si accumulano anche esperienze lavorative e competenze superiori.

Tuttavia, alcune capacità funzionali, principalmente fisiche e sensoriali, diminuiscono per effetto del naturale processo di invecchiamento. I possibili cambiamenti delle capacità funzionali devono essere presi in considerazione nella valutazione dei rischi (vedi sotto) e per far fronte a tali cambiamenti devono essere modificati l’ambiente di lavoro e i compiti lavorativi.

I cambiamenti delle capacità funzionali dovuti all’età non sono uniformi in quanto esistono differenze individuali in termini di stile di vita, alimentazione, forma fisica, predisposizione genetica alle malattie, livello di istruzione e lavoro e altri ambienti.

I lavoratori più anziani non costituiscono un gruppo omogeneo; possono sussistere differenze considerevoli tra persone della stessa età.


Manutenzione semestrale Estintori a Torino

Category:articoli di supporto ad altri articoli,Prevenzione Incendi

 

Manutenzione Estintori semestrale è un attività GRATUITA riservata ai nostri Clienti

I dispositivi Antincendio per Normativa sono soggetti alla verifica periodica differenziata sia che si tratti di normale manutenzione periodica che di Revisione o Collaudo. Net offre questo tipo di servizio, riservando, esclusivamente per i propri Clienti, la totale gratuità del servizio di manutenzione ordinaria periodica semestrale.

Net offre ai propri Clienti :

Revisione Estintori : Sconto del 20% sul prezzo di listino

Sostituzione Estintori : Sconto 25% sul prezzo di listino

 

Per ogni informazione : 011.8227880 o antincendio@netsrl.net

Dai un occhiata agli altri Servizi : QUI


INFORTUNIO IN STATO DI EBBREZZA

Category:articoli minori o temporanei,Sicurezza sul Lavoro

INFORTUNIO IN STATO DI EBBREZZA

La sentenza della Corte di Cassazione perché finalizzata ad individuare la responsabilità o meno del datore di lavoro nel caso in cui un lavoratore alle sue dipendenze si infortuni in azienda in uno stato di ebbrezza alcolica.

La condizione di ubriachezza di un lavoratore sul luogo di lavoro, ha sostenuto la suprema Corte in tale occasione, non è circostanza eccezionale e non prevedibile per cui il datore di lavoro può rispondere per l’infortunio allo stesso accaduto pure in presenza di uno stato di ebbrezza alcolica.

Il datore di lavoro, infatti, nell’affidare i compiti ai suoi lavoratori, deve tenere conto della loro “salute” oltre che della loro “sicurezza” ed è questa la ragione per cui la Corte di Cassazione stessa ha reso definitiva con questa sentenza una condanna per omicidio colposo nei confronti di un datore di lavoro colpevole di non avere vigilato sulle condizioni nelle quali il lavoratore poi infortunatosi si era messo al lavoro.

La Corte suprema mette in evidenza che non è possibile trarre indicazioni univoche in merito al fatto che la valutazione dei rischi debba contemplare anche quelli connessi alle abitudini sociali e/o individuali del lavoratore.

Se così fosse, ciò varrebbe oltre che per l’alcol dipendenza (che solo in alcuni casi è oggetto di sorveglianza sanitaria) anche per la sola assunzione di sostanze alcoliche.

Si ricorda inoltre che l’art. 15 della legge n. 125/2001 vieta la somministrazione e l’assunzione sul lavoro di bevande alcoliche e superalcoliche per le attività lavorative che comportano un elevato rischio di infortuni sul lavoro

Si ricorda inoltre che l’art. 41 comma 4 D. Lgs. n 81/2008 prevede la sorveglianza sanitaria diretta all’accertamento di condizioni di alcol dipendenza (e di tossicodipendenza).

Non va inoltre ignorato che l’art. 18 lett. c) del D. Lgs. n. 81/2008 dispone che il datore di lavoro ed il dirigente “nell’affidare i compiti ai lavoratori” deve “tenere conto della capacita e delle condizioni degli stessi, in rapporto alla loro salute e alla sicurezza” con l’obiettivo di assicurare che il lavoratore sia in condizioni che permettano lo svolgimento in sicurezza dell’attività lavorativa.

Siamo a Vostra disposizione per eventuali chiarimenti. 011.8227880 oppure formazione@netsrl.net

Dai un occhiata agli altri Servizi : QUI


Net ha cura per la tua sicurezza anche con un adeguata politica di Cookies. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" ne contenti implicitamente il loro utilizzo. Tutto questo poichè Net ha a cuore la tua Sicurezza.

Chiudi