corso DPI-IIIcategoria-torino

Dettagli del corso

I DPI, acronimo di Dispositivi di Protezione Individuale, sono disciplinati dal Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro (D. Lgs 81/08) e stabilisce che i DPI in ambito lavorativo debbano rispettare le norme previste dal D. Lgs. 475/92: “Qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata e tenuta dal lavoratore allo scopo di proteggerlo contro uno o più rischi suscettibili di minacciarne la sicurezza o la salute durante il lavoro, nonché ogni complemento o accessorio destinato a tale scopo”.

I Dispositivi di Protezione Individuale a Torino vengono classificati in tre categorie, in ordine crescente a seconda del grado di rischio connesso all’attività lavorativa:

  • DPI di I categoria: sono dispositivi di protezione per attività che hanno rischio minimo e che procurano danni di lieve entità, come ad esempio l’effetto delle vibrazioni, dei raggi solari, urti lievi, fenomeni atmosferici.
  • DPI di II categoria: qui sono inclusi i DPI che non rientrano nelle altre due categorie e che sono legati ad attività con rischio significativo.
  • DPI di III categoria: dispositivi che proteggono il lavoratore da danni gravi o permanenti per la sua salute, o dal rischio di morte.

Secondo le norme vigenti in ambito salute e sicurezza sul lavoro, è previsto un addestramento specifico obbligatorio per poterli utilizzare in modo corretto. Alcuni esempi di Dispositivi di terza categoria sono: imbracature, caschi con allaccio sottogola, autorespiratori, guanti ignifughi, ecc. In questa categoria rientrano Dispositivi di Protezione Individuale come ad esempio isolanti, contro le aggressioni chimiche, contro le cadute dall’alto, per protezione dal rischio elettrico, per protezione respiratoria o filtranti, per ambienti molto caldi (> di 100°C) o molto freddi (< -50°C ).

Contattaci per informazioni

DPI:obblighi del datore di lavoro

Il datore di lavoro è soggetto a una serie di obblighi per l’utilizzo dei Dispositivi, stabiliti dall’art.77 del D. Lgs. 81/08.

In base a quanto definisce il Testo Unico, egli deve:

  • Occuparsi della scelta dei DPI da utilizzare, sulla base della valutazione dei rischi, delle caratteristiche dei Dispositivi di Protezione Individuale (anche per le eventuali fonti di rischio che possono essi stessi comportare), delle eventuali variazioni negli elementi di valutazione e individuando la relativa norma tecnica UNI-EN;
  • Individuare le condizioni in cui debba essere utilizzato un Dispositivo (in particolare per quanto riguarda l’uso, l’entità del rischio, la frequenza di esposizione al rischio, le prestazioni del DPI e le caratteristiche del posto di lavoro di ogni lavoratore);
  • Occuparsi di fornire ai lavoratori i Dispositivi conformi ai requisiti previsti;
  • Assicurare l’efficienza e le condizioni d’igiene dei Dispositivi, occupandosi di manutenzioni, riparazioni e sostituzioni necessarie;
  • Destinare ogni Dispositivo di Protezione Individuale ad uso personale e fornire istruzioni comprensibili per i lavoratori;
  • Informare i lavoratori, in via preliminare, di quali sono i rischi dai quali vengono protetti grazie ai DPI;
  • Assicurare un’adeguata formazione sul corretto utilizzo dei DPI. L’addestramento, indispensabile per i DPI di terza categoria e per i dispositivi di protezione dell’udito, deve essere documentato e verificato.

Formazione DPI III categoria

Il datore di lavoro ha l’obbligo di assicurare una formazione specifica ed adeguata e organizza uno specifico addestramento circa l’uso corretto e l’utilizzo pratico.

NET offre a Torino un corso di formazione per tutti gli addetti, responsabili e preposti a lavori che comportino rischi di caduta dall’alto (lavori in quota). I sistemi anticaduta devono essere utilizzati soltanto da lavoratori che siano stati sottoposti al programma di formazione e addestramento organizzato dal datore di lavoro. La durata del corso è di 4 ore e le lezioni si svolgeranno in presenza, con una parte teorica e una pratica. Il programma prevede:

  • Cenni sui riferimenti normativi (D. Lgs. 81/08);
  • Classificazione dei dispositivi di Protezione Individuale;
  • Protezione individuale e DPI: adeguatezza della scelta, obblighi dei lavoratori e sanzioni;
  • Prevenzione e protezione del rischio caduta dall’alto, corretto utilizzo, manutenzione, verifiche durata e conservazione;
  • Sistemi di ancoraggio;
    * Attività dannose per la vie respiratorie;
  • Il rischio amianto;
  • Caratteristiche tecniche dei DPI per la protezione dell’amianto.
  • Istruzioni per il corretto utilizzo trattati durante il modulo teorico;
  • Istruzione per la revisione, le manutenzioni e le verifiche giornaliere e periodiche;
  • Corretto utilizzo e metodo di indossare un’imbracatura anti-caduta;
  • Esercitazione pratica nell’utilizzo dei Dispositivi trattati.

Aggiornamento DPI III categoria

Il corso di aggiornamento DPI III ha l’obiettivo di fornire l’aggiornamento della formazione e l’addestramento sul corretto utilizzo dei DPI di III categoria, compresi i dispositivi di arresto caduta, per tutti i lavoratori che ne debbano fare uso. Si effettuerà un incontro in presenza della durata complessiva di 4 ore.

I DPI devono essere adeguatamente scelti dal Datore di Lavoro, in funzione dell’analisi dei rischi che egli ha prontamente eseguito nell’azienda o unità produttiva. Il suo compito, però, non si esaurisce con la mera adozione dei dispositivi di protezione individuale, ma evolve e si completa nell’informazione e formazione all’utilizzo degli stessi.

Se desideri maggiori informazioni chiamaci all’011.822.78.80 oppure info@netsrl.net